Maestro in Sacerdozio: La spiritualità di Monsignor Marcel Lefebvre

45_Maestro in Sacerdozio_La spiritualità di Monsignor Marcel Lefebvre

Monsignor Marcel Lefebvre (1905-1991), il «ribelle» per Dio e l’obbediente alla Verità da sempre indicata dalla Chiesa, formatosi al Seminario di Santa Chiara di Roma, fu sacerdote in tutto e per tutto: nella serietà della preparazione, nella fede, nella speranza, nella carità, nel pensiero, nell’evangelizzazione. Ma in che cosa consistette, realmente, la sua sacerdotalità? Per la prima volta il libro Maestro in Sacerdozio. La spiritualità di Monsignor Marcel Lefebvre, ci dona, pagina dopo pagina, grazie anche all’abbondanza dei documenti dei quali l’autrice ha potuto avvalersi, la spiritualità del Vescovo francese, legatissimo a Roma e alla teologia di san Tommaso d’Aquino. Paladino della Tradizione, Monsignor Lefebvre era ben cosciente dell’alta e trascendente dignità del sacerdote, un orgoglio che si esprimeva nell’umiltà del pastore che serve la Sposa di Cristo e il suo gregge, offrendo, in tal modo, ai preti di oggi, le prime vittime della crisi della fede e della Chiesa, la possibilità di riscoprire, dopo tanta demagogia e sociologia, le sorgenti del sacerdozio autentico per comprendere appieno la bellezza e la ricchezza dell’ordinazione. Il sacerdote è un altro Cristo, infatti, ebbe a dire Monsignor Lefebvre:

«Quando il sacerdote sale all’altare, sale come sul Tabor, ed è là sulla montagna con Nostro Signore Gesù Cristo, che si servirà di lui per scendere nuovamente tra noi e donarsi alle anime… Com’è grande tutto ciò! Com’è bello! Come ci oltrepassa!… C’è sulla terra una vocazione più bella, più sublime del sacerdozio cattolico?».

Ed. Sugarco, 2011, pagg. 232

Torna su