Torino, 22 ottobre 2014


Lzzspx’Opera San Pio X di Torino, nata per l’assistenza ai monasteri femminili di clausura, nella ricorrenza dei 60 anni di fondazione e dei 100 anni dalla morte di San Pio X, organizza per il prossimo 22 ottobre, al Santuario della Consolata (Sala Rettori, 1° piano), alle ore 17.30, la presentazione di due nuove pubblicazioni della Casa Editrice San Paolo: San Pio X. Il Papa che ha ordinato e riformato la Chiesa di Cristina Siccardi e l’intramontabilezzctcsm Catechismo Maggiore di San Pio X, curato da Natale Benazzi. Modererà l’incontro il giornalista Domenico Agasso jr. de «La Stampa – Vatican Insider». A seguire, alle ore 19.00, celebrazione della Santa Messa nel Santuario della Patrona di Torino.
Nel secondo dopoguerra iniziò la sua attività l’Opera San Pio X, il 9 giugno 1954, pochi giorni dopo la canonizzazione di Papa Sarto (29 maggio). Il Consiglio Particolare di Torino della Società di San Vincenzo de’ Paoli, fondandola, rispondeva ad un desiderio del Cardinale Maurilio Fossati, preoccupato dalla grave situazione di povertà materiale in cui si viveva in alcuni monasteri di clausura. Dopo una severa inchiesta, basandosi sulle informazioni pervenute dal segretario religioso della Curia, i primi volontari rivolsero le loro attenzioni ai monasteri della diocesi. Nel 1987 uscì il primo numero del bollettino quadrimestrale Dal Silenzio con il quale si raggiunsero circa 570 monasteri d’Italia e alcuni all’estero (Bosnia, Croazia, Polonia, Romania, Gerusalemme, Ghana, Filippine). Ancora oggi l’Opera, seguendo la particolare e concreta attenzione che San Pio X ebbe sempre per i casi di povertà, occupandosene personalmente, si attiva per sostenere economicamente soprattutto gli antichi conventi, dove esistono pesanti problemi di riscaldamento e di ristrutturazione.

Per il programma completo della presentazione delle nuove pubblicazioni, in formato pdf, CLICCA QUI

Torna su