Paolo VI. Il papa della luce

28_PAOLO VI. Il papa della luceIn occasione della Beatificazione di questo pontefice (domenica 19 ottobre 2014) Paoline Editoriale Libri ripropone a sei anni dalla prima edizione la biografia di Papa Paolo VI, frutto di cinque anni di intenso studio e lavoro da parte dell’autrice, Cristina Siccardi. Di Paolo VI (Giovanni Battista Montini, Concesio-Brescia 1897 – Roma 1978), l’infaticabile innamorato di Cristo e della sua Chiesa, per la prima volta, se ne tratteggia qui la figura nella sua interezza: formazione, personalità, psicologia, sentimenti; e se ne analizza l’impronta nella Chiesa, prima come sacerdote (1920), poi come arcivescovo di Milano (1954) e cardinale (1958); infine, come papa (dal 21 giugno 1963). Vengono ripercorsi i suoi ruoli nella Chiesa di Pio XII, nella diocesi ambrosiana, e nella Chiesa del Concilio Vaticano II e del post-concilio e anche la sua posizione nella politica italiana, sfatando, attraverso documenti, alcune distorsioni su di lui (come l’immagine del vescovo e del papa di «sinistra», il papa indecisionista e quant’altro: effetti di una precisa strumentalizzazione). La politica gli era familiare: il giovane Giovanni Battista per anni aveva visto in casa la presenza, fra gli altri, di Alcide De Gasperi, perché il padre era stato membro attivo del Partito popolare italiano a Brescia. Personalità complessa, divisa tra fede ed esigenze moderne, dall’alto profilo intellettuale e spirituale, nobile d’animo e di portamento, intellettuale raffinato, costantemente proiettato nel divino, ma allo stesso tempo a favore dell’umanità, Paolo VI, che avrebbe desiderato farsi benedettino in gioventù e si ritrovò Pontefice suo malgrado, diviene una figura scomoda (troppo colto e troppo profondo) e persino impopolare per le sue scelte (Humanae vitae). Libro disponibile nelle librerie online..

Paoline Editoriale Libri, 2014, pag. 432, € 24.00

Paoline Editoriale Libri, 2008, pag. 432, € 24.00

 

Torna su